Ho aperto il mio primo conto congiunto con il mio ragazzo a dicembre 2019. A quel punto, avevamo una relazione da due anni e vivevamo insieme da quasi sei mesi. Invece di trasferire denaro tra di noi, è diventato il luogo da cui usciva la nostra spesa, così come le bollette, i pasti fuori, le vacanze (ricordatevele!) e tutti i soldi rimanenti vanno anche in un conto di risparmio comune.


Entrambi abbiamo ancora i nostri conti, i nostri soldi, i nostri risparmi, e mettiamo un importo fisso sul conto cointestato ogni mese, ricaricandolo in parti uguali se necessario. In questa fase, non riesco a vederci mai combinare completamente le nostre finanze, ma, attenzione, non siamo sposati né abbiamo figli. Penso che gran parte di questo motivo per cui immagino di avere sempre il mio account è che sono stata cresciuta come parte di una generazione che ha enfatizzato le donne che si fanno strada nel mondo e, successivamente, i propri soldi.

L'atteggiamento nei confronti del denaro (e del matrimonio) è cambiato nell'ultimo mezzo secolo e con le coppie che si sposano in seguito, una ricerca di Marcus di Goldman Sachs ha scoperto che gli inglesi ora aspettano in media cinque anni e mezzo prima di combinare le finanze con il loro partner. La ricerca ha anche mostrato che molte persone vogliono mantenere la propria indipendenza finanziaria, con il 18% delle persone intervistate nello studio che afferma che aprire un conto cointestato sembrava 'troppo impegno'. Quindi, di questi tempi, aprire un conto cointestato è una buona idea?



'Per le coppie, comprese le coppie sposate, che hanno responsabilità congiunte è importante che abbiano accesso a finanze congiunte', dice il consulente finanziario indipendente, Rebecca Robertson FASCINO .

'Se uno dovesse morire, la banca di solito permetterebbe all'altra parte di prendere in consegna il conto. Se uno dovesse ammalarsi, hai ancora accesso al conto, tuttavia se si trattava di una malattia a lungo termine la banca può congelare il conto. È quindi meglio avere una procura per gli affari finanziari. In questo modo puoi avere accesso a lungo termine a fondi comuni e gestire anche i conti singoli personali dei tuoi partner.


“Se hai tutti i tuoi soldi separati non sei in grado di accedere al denaro dell'altra persona, in caso di morte hai bisogno di un certificato o di una lettera di amministrazione (che fa parte del processo legale in caso di morte) e in caso di malattia hai bisogno di una procura. Il che significa che i conti non possono essere prelevati, lasciando così potenzialmente le persone in difficoltà finanziarie'.

Rebecca ha lavorato specificamente con le donne negli ultimi dieci anni e crede che ogni donna dovrebbe avere i propri soldi. La sicurezza, dice Rebecca, è il principale vantaggio di tenere un account personale. 'Entrambe le parti possono prelevare denaro [dal conto cointestato], forse andare in scoperto il che potrebbe influire sul rating del credito', continua. 'Avere i soldi separati significherebbe che l'altra persona non è legalmente in grado di accedervi'.


Per scoprire qual è il consenso sui conti congiunti tra le donne, ho parlato con sei donne con opinioni diverse, di seguito.

Anna Butterworth, fondatrice di Ultra Violet Agency

Anna sta con il suo ragazzo da 14 anni e hanno un conto cointestato da 10 anni, ma ognuno ha anche il proprio conto.


'Abbiamo ottenuto il conto congiunto quando ci siamo trasferiti insieme per la seconda volta - a circa tre o quattro anni dall'inizio della relazione, principalmente per le bollette, ma è diventato utilizzato per cose più divertenti insieme poiché avevamo più soldi da investire

“Non vorrei mai avere un conto totalmente cointestato, penso che sia importante mantenere un po' di indipendenza e avere una scorta per te stesso per sfoggiare le tue cose. Inoltre è bello potersi trattare anche l'un l'altro. I miei genitori hanno sempre avuto un conto - mia madre guadagnava di più - quindi ho avuto una buona educazione sui conti congiunti, ma ne ho sempre voluto anche uno separato. Userei il conto cointestato da solo solo per necessità, se nel mio non c'è abbastanza o ho la carta sbagliata. Ma non siamo molto severi nel ripagare le cose

“Penso che anche nelle relazioni più amorevoli e di supporto, sia importante per chiunque, non solo per le donne, avere accesso a denaro che nessun altro può toccare. Ci sono molte ragioni per cui potresti aver bisogno di lasciare o accedere a un conto, senza che qualcun altro lo firmi e per questi motivi vorrei sempre anche una banca separata. Non deve nemmeno essere per qualcosa di brutto, ma sapere cosa hai è importante. Inoltre, se tutto sta venendo fuori dal comune, potrebbe esserci un problema di comunicazione e due grandi uscite vengono pagate senza controlli adeguati che ce ne saranno abbastanza. Tieni sempre il tuo anche solo per i backup.”

Sallee Poinsette-Nash, fondatrice di Brandable & Co

Sallee dice che mantenere le sue finanze separate da suo marito è un 'non negoziabile'.


“Per me, tenere separate le mie finanze non è negoziabile e questo probabilmente deriva dal vedere genitori divorziati litigare per soldi quando ero bambino. Un conto cointestato mi farebbe sentire come se dovessi spiegare le mie spese, giustificare i miei acquisti e ottenere il 'permesso' di spendere. Mio marito ed io abbiamo diviso il nostro costo della vita condiviso 50/50, ma questo viene fatto dai nostri conti bancari individuali.

“L'indipendenza finanziaria è il principale vantaggio di tenere un conto separato e un più profondo senso di controllo: nessuna zona grigia qui! Ho sperimentato il contraccolpo che i problemi di denaro possono causare e dal mio punto di vista, tenere conti individuali mitiga il rischio di discussioni sul denaro, ci rende responsabili quando si tratta di gestione del denaro e al di fuori delle bollette e degli obiettivi condivisi, abbiamo la libertà di spendere o risparmiare come vogliamo.

'Certamente è importante per le donne avere i propri conti bancari, tuttavia, ognuno è diverso e dipende dalle circostanze individuali o dalle preferenze personali, quindi ciò che funziona meglio per me, potrebbe non essere per un altro'.

Juliette Mullen, coach di leadership femminile e ipnoterapeuta clinico

Dopo che Juliette si è trovata in debito di 37.000 sterline con il suo ex partner, ha subito capito l'importanza di assumersi la responsabilità personale delle proprie finanze.

“[Dopo essere stato indebitato] ho imparato che il debito e il credito sono così facilmente disponibili e possono valanga molto rapidamente. Ero giovane e ingenuo e ho visto molti amici andare in vacanza, avere una macchina, comprare una casa e fare cose carine. Volevo tutto! Il debito era più difficile da ripagare del previsto, gli interessi erano così ingestibili ed era impossibile uscirne. Ha avuto un impatto sul nostro benessere mentale e la pressione che questo ha messo sulla relazione non è stata sostenibile e alla fine la relazione è finita dopo 12 anni insieme.

“Non sarò mai più in questa posizione e ho dovuto imparare a essere finanziariamente indipendente nel modo più duro. Ci sono voluti sette anni per ripagare questo debito e ne ho provato così tanta vergogna. Penso che dovremmo sempre avere un nostro conto bancario in modo da poterci assumere la responsabilità delle nostre entrate e uscite e del reddito disponibile. Possiamo avere un conto bancario congiunto in aggiunta per cose come fatture comuni e rimborsi del mutuo e per risparmi per cose come una vacanza e così via, tuttavia penso che avere un conto proprio ci aiuti a gestire meglio i nostri soldi, a sentirci più in controllo di le nostre finanze e, in definitiva, una maggiore indipendenza'.

Hannah Strong, responsabile marketing di Silverbean

Mentre Hannah ha un conto cointestato con suo marito, ha anche un conto separato e dice che avere i soldi nel conto cointestato porta a acquisti congiunti più impulsivi...

“Con mio marito ed io che guadagnavamo stipendi diversi ma volendo mantenere le bollette uguali, un conto separato sembrava l'opzione più equa e un posto unico da cui pagare il nostro mutuo congiunto. Oltre all'essenziale, cerchiamo di pagare in un 'buffer' che utilizzeremo per i vestiti dei bambini, i regali di Natale per la famiglia, i fondi di emergenza, le vacanze, i pasti fuori, ecc. senza dover dividere il conto e tenere traccia di quanto ha pagato/ lei ha pagato.

“L'indipendenza finanziaria (l'uno dall'altro) è molto importante per noi, quindi possiamo spendere i nostri sudati stipendi senza dover 'chiedere' o sentire che i soldi dovrebbero essere risparmiati per una giornata di pioggia. È molto importante che le donne abbiano un account separato dal loro partner, ma anche che il partner abbia anche un account separato. Sebbene tu possa essere in una relazione, questo non ti rende una singola entità. Entrambe le parti dovrebbero essere incoraggiate a condurre la propria vita; hobby, amici, attività - sii la tua persona, non solo 'l'altra metà' di una partnership - e un account separato incoraggia attivamente questo.

“Il 'buffer' del conto cointestato (ovvero pagare un po' più del mutuo/fatture richieste ogni mese) significa che è come avere un risparmio quotidiano separato per le frivolezze. Come se fossi fuori a fare una passeggiata da solo, potrei saltare il caffè. Ma se sono fuori con mio marito e lui ne vuole uno, allora probabilmente accetterei l'offerta del caffè perché i soldi non sembrano provenire dal mio conto/risparmio personale. Lo stesso con i piatti da asporto; se mio marito suggerisce di andare in cinese una notte, i soldi sono già 'spesi', quindi non mi perderò le 30 sterline per una sorpresa gastronomica. Puramente un caso di 'fuori dalla borsa personale, fuori di testa!'”

Lauren Pinhorn, fotografa di branding e ritrattista

Lauren e suo marito hanno un conto congiunto per le bollette domestiche, ma i soldi che guadagna sono suoi e può spenderli come vuole, un'idea che alcuni uomini hanno sentito il bisogno di commentare in passato.

“Abbiamo ottenuto il nostro conto congiunto prima di sposarci, quando abbiamo iniziato a vivere insieme. Questo era per tenere traccia delle bollette domestiche come l'affitto, l'energia, le tasse comunali e per assicurarci che entrambi pagassimo lo stesso importo ogni mese, guadagnando all'incirca lo stesso. Penso che la gente pensi che sia strano, ma abbiamo sempre rovesciato tutto a metà su cose come questa. Penso che derivi dall'incontro quando eravamo entrambi studenti e dal dover stare attenti ai soldi. Rende tutto equo e uguale.

'Penso che avere i nostri account separati renda molto più facile quando paghi per cose come abbonamenti che usi solo tu o paghi per la tua auto. Sono molto convinto che ho guadagnato i miei soldi, li spenderò per quello che voglio. Non riesco a immaginare di dover chiedere il permesso o avvisare mio marito se voglio comprare un mascara o un libro, ad esempio, se uscisse dal conto cointestato. Pertanto, se usciamo separatamente, utilizzeremo i nostri account. Se siamo fuori insieme, di solito uno di noi paga e se la situazione lo richiede, l'altro restituisce metà. Sembra davvero contorto, ma il conto congiunto viene tenuto per le bollette domestiche e gli acquisti domestici più grandi.

“Penso che sia importante per le donne avere il proprio account. È un mezzo di indipendenza. Le donne dovrebbero avere il potere di essere autosufficienti, anche se hanno un partner. Ricordo in particolare di aver preso un credito in un negozio di mobili per un divano. Il credito era a mio nome, dal mio conto. Ho detto che fotografo di tutto, dalle persone ai gioielli. L'uomo (di mezza età) che ci ha servito mi ha chiesto se volevo tutti i gioielli che fotografo (perché a tutte le donne devono piacere le cose luccicanti, a quanto pare). Quando ho detto 'no', ha detto a mio marito che era fortunato... Affermando la mia tesi che spenderò i miei soldi per quello che voglio'.

Kerry Bannigan, fondatrice di Conscious Fashion Campaign

Kerry ha un conto cointestato con suo marito, per gli articoli domestici e genitoriali, e un conto separato anche per l'indipendenza finanziaria.

'Avevamo un conto in banca congiunto da prima del nostro matrimonio per pagare in modo efficiente le bollette, tenere traccia delle uscite mensili e una comunicazione aperta efficace per quanto riguarda i dati finanziari, come possiamo vedere entrambi ogni volta che lo desideriamo senza fare affidamento sull'altra persona. Trovo che un conto cointestato renda la vita molto più semplice e ti metta la responsabilità di una squadra.

“Avrò sempre anche un mio account separato. Da adolescente che lavora come imprenditore negli ultimi 15 anni, ho sempre guadagnato i miei soldi e ho intenzione di farlo per il prossimo futuro. Lavoro sodo e mi piace avere la mia libertà finanziaria.

“Penso che sia importante per tutte le parti avere i propri account separati se questo funziona bene per la relazione. Conosco alcune coppie che ne richiedono uno per gestire i dati finanziari in quanto è meglio per la loro relazione. Per me penso che la libertà finanziaria e l'indipendenza per le donne siano importanti. Non importa quanto va nel conto, è bene avere anche il tuo punteggio di credito. Non dovresti mai temere i soldi e dovresti essere orgoglioso di prendere il controllo delle tue finanze”.

Per consigli finanziari, unisciti al nostro gruppo Facebook GLAMOUR Money Matters.

Ti piace la nostra rubrica Money Matters? Ti senti preoccupato per le tue finanze? O vuoi solo l'aiuto di un esperto su come raggiungere i tuoi obiettivi finanziari? Mettiti in contatto con noi a moneymatters@condenast.co.uk per inviare il tuo diario del denaro per ottenere l'accesso ai nostri consigli guidati da esperti, su misura per le tue finanze! Questi contributi possono essere anonimi.